Concorso

PRIMO CONCORSO INTERNAZIONALE DI MUSICA SACRA

SAN COLOMBANO

BOBBIO (Piacenza) 11-23-24 NOVEMBRE 2018

Il Concorso Internazionale "SAN COLOMBANO" 2018 è rivolto a cantanti lirici di tutte le nazionalità e a cori polifonici nazionali e internazionali. Il concorso è dedicato a S. Colombano, monaco missionario irlandese, noto per aver fondato da abate numerosi monasteri e chiese in Europa, morto a Bobbio (Piacenza) il 23 Novembre del 615 e qui sepolto nella cripta della Basilica a lui dedicata.

SEZIONE SOLISTI

PREMI PER I PRIMI 3 SOLISTI CLASSIFICATI
Eliminatorie e semifinali: venerdì 23 novembre

CONCERTO DEI FINALISTI : venerdì 23 novembre ore 21:00
Basilica di San Colombano - Bobbio

I FINALISTI SI ESIBIRANNO IN ABITO DA CONCERTO

SEZIONE CORO

PREMI PER I PRIMI 3 CORI CLASSIFICATI
Selezione: domenica 11 novembre ore 15:00

Premiazione: domenica 11 novembre ore 21:00
Santuario della Madonna dell'Aiuto - Bobbio

ENGLISH VERSION

PREMIAZIONE E CONCERTO DEI VINCITORI

Sabato 24 novembre

Basilica di San Colombano


GIURIA

PRESIDENTE DI GIURIA: Massimiliano Carraro - Pianista, direttore di coro e direttore d'orchestra

Nato a Milano, si è dedicato giovanissimo allo studio della musica diplomandosi presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano in Pianoforte, Clavicembalo, Organo e composizione organistica, Composizione polifonica vocale, Canto corale e direzione di coro, Strumentazione per banda, Composizione, Direzione d’orchestra.
Si è poi perfezionato in direzione d’Orchestra e d’Opera alla Hochschule di Vienna. Ha frequentato la facoltà di Giurisprudenza all’Università statale di Milano e quella di Lettere e filosofia al DAMS di Bologna. Ha insegnato Pianoforte principale e Composizione alla Civica Scuola di Musica di Milano per più di un decennio e come didatta ha collaborato con Istituti formativi di grande prestigio come la Scuola di Fiesole e con Enti di produzione fra i quali il Teatro Regio di Torino,
Il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro dell’Opera di Roma.

Ha lavorato per anni come Maestro collaboratore alla Scuola di perfezionamento per artisti lirici del Teatro alla Scala di Milano ed è stato nello stesso teatro assistente dei Maestri del Coro, dirigendone inoltre, il Coro Filarmonico.
Nel 1999 è stato Maestro del Coro del Teatro Carlo Felice di Genova.

E' stato il Maestro responsabile dei Videolibretti al Teatro alla Scala ed è docente di Musica da camera vocale nell’Accademia di formazione arti e mestieri della Scala.

Per dieci anni è stato, come dirigente del Comune di Milano, direttore della prestigiosa Civica Scuola di Musica della Fondazione Scuole Civiche di Milano.

Attualmente lavora anche in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna e la Scuola dell'Opera Italiana. Ha diretto concerti lirico-sinfonici recentemente in Giappone.

Ha lavorato e lavora come direttore d’opera e direttore lirico-sinfonico in diverse produzioni in Italia e all’estero con prestigiose orchestre, cori e solisti ottenendo lusinghieri successi.

Fabrizio Cassi - Direttore del Coro del Teatro Petruzzelli di Bari

Fabrizio Cassi, nato a Busseto (Parma) si è diplomato in Organo e in Pianoforte presso il Conservatorio Giuseppe Nicolini di Piacenza e successivamente ha completato la sua formazione al Conservatorio Arrigo Boito di Parma, dove consegue il diploma in Composizione e Direzione d’orchestra. Nel 2002 consegue un ulteriore diploma, in direzione d’orchestra a Bologna presso l’Accademia Filarmonica.
Ha collaborato con i maggiori artisti del panorama nazionale e internazionale affiancando la carriera di maestro collaboratore e preparatore ad un'intensa attività di musicista. Come direttore d'orchestra, ha all'attivo diversi concerti sia lirici che sinfonici, nei quali affronta un repertorio variegato: L'elisir d’amore, Lucia di Lammermoor, La bohème, Carmina Burana, Cavalleria Rusticana, Il Trovatore, Quattro Pezzi Sacri, La Traviata, Requiem di Gabriel Fauré e Wolfgang Amadeus Mozart.
Nel 2006 è a capo dell’Orchestra Filarmonica Italiana (OFI) in occasione della riapertura al pubblico dello storico Teatro Giuseppe Verdi di Fiorenzuola d’Arda dirigendo La Traviata. Nel 2010 dirige a Piacenza la Messa Da Requiem di Giuseppe Verdi con l’ Orchestra Filarmonica Italiana, e nel 2015 ha diretto nella Stagione Concertistica del Teatro Municipale di Piacenza il concerto lirico del finalisti del Concorso Flaviano Labò.
Attualmente è direttore del coro del Teatro Petruzzelli di Bari.

Marco Fornaciari - Violinista

Marco Fornaciari, livornese, si è diplomato al Conservatorio di Ginevra.
Ha suonato da solista nelle più prestigiose Sale da Concerto: La Scala, Mozarteum, Felsenreitschule, Salle Pleyel, Accademia di S. Pietroburgo, Sala Tchaikovskij, Bunka Kaikan, Suntory Hall, Sydney Opera House, MusikVerein, Lincoln Center registrando spesso in presa diretta per numerosi enti radiotelevisivi.
Ha inciso per Erato, Naxos e Foné, per la quale ha ultimato l'unica registrazione integrale delle oltre 80 composizioni di Paganini per Violino.

È fra i pochissimi a cui sia stato concesso più volte di suonare lo Stradivari del Comune di Cremona, ed il Guarneri di Paganini del Comune di Genova al Teatro Carlo Felice.

Leonardo Colonna - Contrabbassista

Leonardo Colonna si è diplomato in contrabbasso presso il Conservatorio "G. Nicolini" di Piacenza e ha vinto numerosi concorsi,
Ha svolto attività come primo contrabbasso presso l’orchestra della RAI di Roma e del Teatro alla Scala di Milano.
E’ stato docente di contrabbasso al Conservatorio "G. Nicolini" di Piacenza ed ha tenuto concerti in Italia e all’estero con i Solisti Veneti ed i Virtuosi di Roma effettuando numerose registrazioni discografiche e televisive.

Camillo Mozzoni - Docente di oboe al Conservatorio G. Nicolini di Piacenza
Camillo Mozzoni si è diplomato in oboe sotto la guida di Francesco Ranzani con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Piacenza, perfezionandosi in seguito a Nizza con Pierre Pierlot e ottenendo quindi l’ammissione alla classe di Heinz Holliger presso la Hochschule fur Musik di Freiburg.
Dopo aver vinto il concorso nazionale di oboe “Giuseppe Prestini”, il concorso internazionale per giovani solisti “Auditorium” indetto dalla RAI e il “Premio Ancona” per la musica contemporanea, ha intrapreso un’intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi come solista nei più importanti centri musicali europei (Parigi, Ginevra, Salisburgo, Berlino, Strasburgo), e per alcune fra le più importanti istituzioni musicali italiane (Auditorium della RAI di Roma e Torino, Piccola Scala di Milano, Teatro La Fenice di Venezia, ecc.), collaborando inoltre come solista con importanti complessi quali I Virtuosi di Roma, l’Orchestra del Festival di Brescia e Bergamo, l’Orchestra da camera di Mantova, l’Orchestra da camera del Teatro Comunale di Genova.
Pur dedicandosi principalmente all’attività solistica e cameristica, ha collaborato a lungo in qualità di I Oboe con l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano e con l’Orchestra Filarmonica della Scala, vincendo inoltre i concorsi per il ruolo di I Oboe presso l’orchestra del Teatro Comunale di Bologna, del Teatro San Carlo di Napoli, del Teatro Regio di Torino e dell’Orchestra Sinfonica ATER dell’Emilia Romagna, suonando sotto la guida, tra gli altri, di Claudio Abbado, Seiji Ozawa, Kristof Penderecki e Giuseppe Sinopoli.
È titolare della cattedra di oboe presso il  Conservatorio di Musica G.Nicolini.

SCOPRI BOBBIO

Bobbio è una piccola cittadina in provincia di Piacenza riconosciuta a livello nazionale come uno dei borghi più belli d’Italia.

Abitata sin dall’antichità, ha acquistato importanza all’epoca dei romani quando fu edificato parte del Ponte gobbo, simbolo della città, che unisce le due sponde del fiume Trebbia.
Il periodo di maggior splendore di Bobbio fu il Medioevo, quando divenne uno dei centri più importanti del monachesimo occidentale grazie al monaco irlandese San Colombano che fonda nel 614 un monastero che, nel giro di poco tempo, diventerà la dimora di una delle biblioteche più importanti di tutta la cristianità.

La città, cresciuta attorno al monastero, conserva ancora oggi il suo sapore medievale con strade strette, case in sasso e palazzotti signorili.

Negli ultimi anni Bobbio ha acquisito grande rinomanza grazie al regista Marco Bellocchio, che da 22 anni ad agosto organizza il BOBBIO FILM FESTIVAL, evento che attira sul posto la presenza di molti attori e registi di fama internazionale.

Per info e iscrizioni

+39 335 6928957